Come Fare Una Carta dei Vini in 4 Step [Guida + Soluzione]

Le carte dei vini digitali aiutano i ristoranti e le enoteche di tutta Italia a ottimizzare i costi e le tempistiche di ordinazione e del personale. In questa guida ti spiegheremo tutti i segreti per creare una carta dei vini perfetta per il tuo locale.

Le carte dei vini vengono realizzate e sfruttate in modalità differenti a seconda delle necessità. C’è chi inserisce una breve lista alla fine del menù e chi invece preferisce fornire un vastissimo menù a parte.

Per creare la carta dei vini perfetta per il tuo locale, innanzitutto, è utile studiare gusti ed abitudini della clientela ed organizzare il menù di conseguenza. Se i clienti non amano consultare una carta dei vini troppo estesa è meglio posizionare le bottiglie più vendute e/o redditizie ad inizio menù per favorirne la vendita. Se, al contrario, i tuoi clienti preferiscono visionare ogni bottiglia in carta è meglio alternare vini di diverso “tipo” (produttore, annata, regione, composizione…) per mantenere alto l’interesse e la curiosità del cliente stesso.

La regola da rispettare in ogni caso è che la carta vini risulti funzionale, semplice da consultare e con la giusta disposizione dei prodotti. In questo modo il cliente viene ulteriormente incoraggiato ad ordinare.

Per farlo è utile affidarsi ai menù digitali che sono il modo migliore di presentare i propri articoli in modo efficiente ed elegante. In questa guida vi daremo qualche consiglio sul menù digitale da utilizzare, come realizzarlo e sui trucchi per avere sempre la carta dei vini migliore.

INDICE:

Di seguito trovi il video riassuntivo di questo articolo, in cui forniamo i consigli per realizzare una carta dei vini digitale perfetta per il tuo locale.

1. Come Funziona un Menù Digitale?

Consultare un menù non è mai stato così semplice e rapido: infatti, al giorno d’oggi, basta scannerizzare un QR-Code per visionare (ed ordinare) articoli e prodotti direttamente sul proprio smartphone. Sia per il cliente sia per il titolare rappresenta un vantaggio non indifferente, in quanto velocizza ed ottimizza il processo di ordinazione. Inoltre i menù digitali ci consentono di operare efficacemente in totale sicurezza ed osservanza delle leggi.

Per aiutarti nella scelta del servizio da utilizzare oggi andremo a parlarti di Qromo. Dopo accurate analisi questo è risultato uno dei servizi migliori per realizzare la tua carta dei vini online in totale autonomia.

2. Come Fare una Carta dei Vini

Abbiamo creato per te un esempio di carta dei vini a cui ispirarti e da cui prendere spunto. Ora vedremo, un passo alla volta, come replicare il nostro menù e aggiungeremo qualche accortezza e qualche consiglio per renderla unica!

Clicca qui per visualizzare il menù a cui ispirarti!

Nella guida qui di seguito vi spiegheremo come realizzare la vostra carta dei vini e come sfruttarla al meglio!

2.1 Crea le Categorie in cui Suddividere i Tuoi Vini

Creare una suddivisione in Categorie serve per classificare i prodotti in gruppi più ampi, semplificando quindi la lettura del menù ed aiutando i clienti a trovare il prodotto desiderato ancora più velocemente.

Individua delle macro-categorie in cui suddividere i tuoi prodotti come, ad esempio, la tipologia di vino (Vino bianco, Vino rosso, …), la regione di provenienza o l’annata. In questo modo per i tuoi clienti sarà più facile e veloce trovare il prodotto che stavano cercando. Ti suggeriamo di utilizzare queste categorie in base alle tue esigenze.

  1. Tipologia di Vino (Vino Bianco, Vino Rosso,…)
  2. Il Produttore
  3. L’Annata
  4. La Regione di Provenienza
  5. Formato della Bottiglia

Differenziare in questo modo le bottiglie a tua disposizione aiuta il cliente a navigare all’interno del menù digitale senza che perda tempo ed interesse. Il cliente, infatti, avrà la possibilità di cercare direttamente la sua etichetta preferita oppure lasciarsi guidare da una carta dei vini digitale vasta ma rigorosamente ordinata. Chi predilige i vini Toscani, ad esempio, avrà la possibilità di visionare direttamente le etichette disponibili per quella regione ed effettuare la sua scelta in breve tempo.

La presenza di calici di vino sfuso, inoltre, consente ai tuoi clienti di conoscere ed appassionarsi a prodotti sempre nuovi che probabilmente prima non conoscevano. Infine, la possibilità di ordinare solo un calice permette a tutti di degustare ottimi vini e di addentrarsi in questo fantastico mondo un bicchiere per volta.

2.2 Inserisci Bottiglie ed Etichette nel Tuo Menù

Dopo aver creato le categorie è necessario inserire le singole bottiglie nel menù digitale. Per realizzare una carta dei vini completa ed esauriente consigliamo di inserire in ordine il nome del vino, il produttore, l’annata, la regione e la composizione.

Nel dettaglio, il nostro consiglio è di inserire nella voce “Nome Prodotto” il nome del vino insieme a produttore ed annata affinché il cliente identifichi immediatamente l’etichetta. A seguire, nello spazio riservato alla descrizione del prodotto, inserisci la regione di provenienza e la composizione vinicola della bottiglia in questione, separati da un segno grafico come un punto o uno slash ( / ).

Ricordiamo inoltre che è fondamentale mantenere lo stesso “format” e lo stesso ordine per tutto il menù, in modo che risulti ordinato e di facile lettura e comprensione per il cliente. Possono poi essere aggiunte ulteriori informazioni a discrezione del titolare, come ad esempio il grado alcolico ed il formato delle bottiglie.

Il nostro consiglio è di inserire il grado alcolico solo nei casi in cui rappresenti una vera e propria peculiarità del vino: un grado alcolico particolarmente elevato oppure atipico per una certa tipologia di vino. Per quanto riguarda il formato, invece, consigliamo di indicarlo solo nei casi in cui differisca da quello “tradizionale”, cioè 0,75l.

Dopo aver analizzato e comparato centinaia di carte dei vini, inoltre, consigliamo caldamente di avere sempre tra i 2 e gli 8 vini al calice, per dare la possibilità ai tuoi clienti di assaggiare ed apprezzare più prodotti.

2.3 Organizza al Meglio la Tua Carta dei Vini

Sposta le categorie ed i piatti in base alla redditività ed al numero di ordini ricevuti. I migliori programmi per creare il tuo menù digitale mettono a disposizione una serie di statistiche dettagliate. Grazie a queste informazioni è possibile visualizzare quali sono gli articoli più venduti e quali i più redditizi, ottimizzando quindi le risorse ed il lavoro delle attività. Per scoprire quale disposizione risulti più redditizia per la tua attività fai qualche prova spostando la posizione dei piatti e delle categorie all’interno del tuo menù digitale.

2.4 Genera i QR-Code Associati alla Tua Carta dei Vini

Genera i QR-Code collegati al menù digitale della tua attività e disponibili all’interno del tuo locale. In questo modo i tuoi clienti dovranno semplicemente inquadrare il QR con il proprio smartphone per consultare la carta dei vini in totale relax senza attendere il cameriere.

Anche la scelta dei QR-Code non è assolutamente da sottovalutare! Infatti sarà la prima componente del menù digitale che i vostri clienti andranno a vedere. Alcuni servizi, come ad esempio Qromo, offrono la possibilità di personalizzare i QR-Code con grafiche e materiali di prima qualità.

Il modo migliore di esporre i QR sono i famosi “cavalieri da banco”, supporti in legno o in materiale riciclabile molto discreti ed eleganti. Si può ricorrere anche all’utilizzo di adesivi ma, in questo caso, bisogna fare attenzione.

Infatti non tutti gli adesivi sono resistenti alle intemperie ed all’usura, ed il rischio è quello di doverli ristampare con spreco di tempo e fondi. Noi consigliamo di stampare i propri QR-Code utilizzando adesivi laminati, oppure di rivolgervi direttamente al servizio per creare il menù digitale di vostra scelta. I migliori servizi vi daranno una mano nella stampa dei vostri QR-code e nella scelta della grafica più appropriata.

3. I Nostri Trucchi e Consigli

Per quanto riguarda la personalizzazione del profilo, il nostro consiglio è quello di inserire una descrizione che richiami all’artigianalità dei prodotti oppure alla storia del ristorante. In questo modo i clienti si immergeranno appieno nell’atmosfera e nell’esperienza da Voi offerta. Per l’immagine del banner, invece, una foto o un’immagine che caratterizzi il locale è utile per presentare al meglio la vostra carta dei vini o il vostro menù digitale.

Realizza una scheda tecnica ancora più completa aggiungendo la gradazione alcolica e/o il formato della bottiglia. Aggiungi le immagini a tutte le bottiglie o solo a quelle che intendi promuovere maggiormente, e scatta tu stesso le foto per avere lo sfondo o l’ambientazione più adatta al tuo locale.

La scelta delle foto può risultare decisiva in un menù digitale che favorisce notevolmente l’utilizzo dell’attributo grafico. Se vuoi scattare tu stesso le foto ai vini, cerca di inquadrare tutta la bottiglia con particolare attenzione alla parte frontale dell’etichetta.

Vediamo ora come scegliere lo sfondo migliore per le tue foto. Innanzitutto fai in modo che lo sfondo sia sempre lo stesso, così facendo la tua carta dei vini risulterà coerente ed ordinata. Un muro in mattoni, una parete decorata, un giardino oppure un semplicissimo sfondo bianco possono essere lo sfondo perfetto per presentare i vostri vini.

4. Come Rendere la Tua Carta dei Vini Elegante

Per realizzare la carta dei vini ideale per il tuo locale occorre, prima di tutto, analizzare clientela e target. Infatti, non esiste una carta dei vini “giusta” ed una “sbagliata”, esistono carte dei vini studiate nel dettaglio ed altre realizzate senza ottenere informazioni dalla propria clientela. Il nostro consiglio è quello di analizzare attentamente il target che si vuole colpire ed organizzare la propria carta dei vini di conseguenza.

Il menù digitale dev’essere inteso come una vetrina ed uno strumento di vendita, e sfruttato come tale. Personalizza la tua carta dei vini secondo le tue esigenze grazie agli strumenti forniti da Qromo.

L'obiettivo è rendere elegante la tua carta dei vini, quindi è necessario fare ancora più attenzione ai dettagli. Le foto dei tuoi prodotti, infatti, dovranno rispecchiare in pieno la location e i tuoi prodotti. Scegli con attenzione lo sfondo delle tue foto e cerca di valorizzare sia il tuo locale sia le etichette. In questi casi noi consigliamo di utilizzare come background una tavola apparecchiata del vostro locale, oppure uno sfondo bianco e di inserire il logo a lato.

Inoltre, al fine di rendere ancora più piacevole ed elegante la tua carta dei vini, potrai aggiungere delle foto anche alle categorie, dando un tocco di colore in più al tuo menù. Per carte dei vini molto estese, inoltre, è possibile attivare i “prodotti approfonditi”: un modo discreto ed elegante di esaltare ulteriormente i prodotti più richiesti ed interessanti del proprio menù.

4.1 Istruzioni pratiche per rendere la tua carta dei vini elegante

Ora andiamo a vedere più nel dettaglio come sfruttare al meglio i servizi forniti da Qromo.

Per un gradevole impatto visivo e per fornire maggiori informazioni ai clienti consigliamo di mettere le foto sia ai prodotti sia alle categorie, in modo che per il cliente sia più rapido e semplice trovare l’articolo che preferisce.

Ogni locale ha un prodotto tipico o un articolo di cui va particolarmente orgoglioso e deve quindi valorizzarlo di conseguenza. Grazie ai “Prodotti Approfonditi” avrai la possibilità di aggiungere più foto per lo stesso prodotto, una descrizione più estesa e di presentarlo in maniera più suggestiva ai tuoi clienti.

Ecco un esempio di “Articolo Approfondito”!

Scopriamo ora uno degli strumenti per rendere ancora più elegante, efficiente ed ordinato il tuo menù digitale. Qromo, a questo fine, ha introdotto le “Categorie Espandibili”. Consigliamo di attivare le “Categorie Espandibili Collassate” in ogni caso, ma lo consigliamo ancora più caldamente a chi ha una carta dei vini particolarmente ricca. In questo modo, infatti, i clienti potranno visionare i vini una categoria alla volta, cercando e selezionando quindi l’articolo desiderato.

Di seguito riportiamo due esempi di carta dei vini realizzati tramite Qromo e li mettiamo a confronto. Una è stata realizzata seguendo i nostri consigli, l’altra invece è stata creata autonomamente.

5. Guida all’Utilizzo di Qromo

Qromo è una start-up milanese che da anni si occupa di digitalizzare ed innovare attività appartenenti ad ogni settore, con l’obiettivo di aumentarne la redditività e di ottimizzare le risorse delle attività stesse.

Il processo di iscrizione alla piattaforma può essere completata in totale autonomia (richiede meno di 10 minuti), ma viene offerta anche un’assistenza in tutto il processo di adesione e di realizzazione del menù. Se desideri prenotare una consulenza o chiamarci direttamente visita il link.

Vediamo insieme come configurare il proprio profilo Qromo e come creare la propria carta dei vini. 

5.1 Guida all’Utilizzo di Qromo: come procedere

1. Iscrizione & Scelta Piano: su qromo.it inserisci mail e password per creare il tuo account. Una volta terminata la registrazione, scegli se adottare il piano QROMO MENU oppure QROMO PLUS.

“Qromo Menù”, al prezzo di 6.99€ al mese, fornisce alle attività un menù digitale completamente modificabile in ogni momento ed un generatore di QR-Code. Il piano “Menù” è disponibile per una prova gratuita di 2 settimane.

Il piano “Qromo Plus” consente di ricevere ordini e pagamenti direttamente dallo smartphone dei clienti, aumentando riordino, rotazione dei tavoli e fatturato. Per ulteriori informazioni a riguardo visitare il sito qromo.it.

Se la vostra necessità è quella di creare una carta dei vini personalizzata e modificabile in qualsiasi momento, allora QROMO MENU è la soluzione ideale per voi. Se desideri procedere alla registrazione ti basta cliccare qui!

2. Configurazione “IMPOSTAZIONI”: in seguito alla scelta del piano compilare i campi richiesti alla sezione “IMPOSTAZIONI”. Inserisci Nome Attività, una descrizione del tuo locale, l’indirizzo (fondamentale per indicizzazione Google), il colore del tuo menù digitale ed infine logo e banner della tua attività. In questo modo potrai personalizzare il tuo menù digitale in ogni suo aspetto. Se ti interessa approfondire questo argomento o avere più informazioni, ne abbiamo parlato al punto 3. Se vuoi vedere come scegliere le personalizzazioni migliori per il tuo menù clicca qui.

3. Crea il tuo menù digitale alla sezione “MENU”. Crea le categorie in cui suddividere i tuoi prodotti per facilitare o influenzare i tuoi clienti nella scelta. Modificane l’ordine per promuovere gli articoli più venduti o più redditizi e sfrutta al massimo tutti i vantaggi di Qromo. In seguito, aggiungi al tuo menù digitale i singoli prodotti e rendili ancora più visibili inserendo foto e descrizione. Se vuoi consigli riguardo questa sezione, visita i punti 2.1 e 2.2 di questo articolo.

4. Genera i QR-Code senza limiti tramite l’apposito strumento presente nella console di Qromo e disponili all’interno del tuo locale in modo che i tuoi clienti possano consultarlo da smartphone in ogni momento. Per sapere come sfruttare al meglio i tuoi QR-Code, visita il punto 2.4 cliccando qui.

6. Supera la Carta dei Vini Formato Word e la Carta dei Vini Modello Excel

La carta dei vini in formato word o excel è decisamente dannosa per la tua attività. Non è possibile infatti modificare disponibilità, prezzo, descrizione e prodotti durante il servizio, rischiando quindi spiacevoli incomprensioni con i clienti.

I menù in questo formato, in aggiunta, sono difficili da consultare in quanto non pensati per essere riprodotti su smartphone. Infatti solo il menù digitale di Qromo è multi-responsive, ossia pensato per funzionare su tutti i dispositivi digitali senza problemi.

Il menù in PDF o in Word, infatti, per essere consultato richiede spesso zoom e modifiche della schermata che rendono la visione del menù scomoda, irritante e poco pratica. Con il menù digitale, invece, tutto è studiato per essere riprodotto in maniera ottimale su smartphone e dispositivi digitali.

Il menù digitale di Qromo, inoltre, grazie alla possibilità di essere aggiornato in qualsiasi momento elimina definitivamente gli inutili costi di ristampa, oltre a rappresentare un taglio netto allo spreco di carta e plastica impiegata per i menù cartacei.

Sempre sulla stessa piattaforma è possibile accedere a report dettagliati e statistiche avanzate, come ad esempio gli articoli più venduti o più redditizi. Grazie a questa funzione potrai ottimizzare la disposizione dei prodotti all’interno del menù ed incrementare le ordinazioni per questi articoli, arrivando ad un aumento del fatturato pari a circa il 24%.

7. Realizza la Tua Carta dei Vini Gratis Grazie alle 2 Settimane di Prova Gratuita!

Qromo mette a disposizione dei suoi utenti la possibilità di provare gratuitamente il servizio per due settimane. Approfitta del periodo di prova per configurare la tua carta dei vini gratis e personalizzala come preferisci!

Il Team di Qromo è sempre a disposizione per qualsiasi necessità o informazione. Per ulteriori informazioni visita il sito qromo.it oppure contattaci scrivendo una mail a info@qromo.it.